Tramonto, lago e cigno

Sono gli ultimi giorni prima dell’arrivo dell’ora legale, che sposterà le lancette avanti di un’ora. Nell’attesa mi godo i tramonti alle sette di sera, mentre sto tornando a casa dopo una lunga giornata. E l’occasione di fare qualche foto è ghiotta.

Dotato di treppiede mi accingo a testare un po’ le lunghe esposizioni e vedere quale risultato porta uno scatto di qualche secondo se combinato con il movimento dell’acqua del lago. Dopo aver fatto un paio di scatti un cigno si avvicina senza timore a me: sono animali decisamente abituati alla presenza dell’uomo, che non si fanno problemi a cercare cibo in modo insistente. Ho allora sfruttato il pennuto per creare una composizione piuttosto ad effetto.

Ho atteso che il cigno arrivasse in posizione e ho scattato:

Canon EOS 60d ISO 400 Tamron 10-24 @10mm f/4,5 1/4 sec
Canon EOS 60d ISO 400 Tamron 10-24 @10mm f/4,5 1/4 sec

La possibilità di appoggiarmi ad un treppiede mi ha permesso di tenere un tempo di scatto piuttosto alto, senza avere problemi di mosso: l’unico soggetto un po’ mosso è il cigno, oltre ovviamente all’acqua del lago. Per poter utilizzare un tempo di scatto che non fosse troppo alto ho dovuto impostare la sensibilità a 400 ISO ed utilizzare un’apertura focale di f 4,5. La foto è stata saturata, corretto l’orizzonte (che pendeva un po’) mentre il cigno è stato schiarito lievemente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*