Hollywood

Canon EOS 1000d ISO 50 400mm f/9 1/200sec
Canon EOS 1000d ISO 400 50mm f/9 1/200sec

In trasferta lavorativa colgo l’occasione per girare la tanto nominata e vista, sempre e solo in televisione, Beverly Hills, cittadina al di fuori della cerchia di Los Angeles che fa del lusso sfrenato la sua caratteristica principale. In un contesto fortemente influenzato dalla recessione, questa piccola cittadina è un’oasi del deserto, come testimoniano le Ferrari e Lamborghini posteggiate a bordo strada. La foto, di puro stampo turistico, riprende S.ta Monica Blvd, con, come sfondo, la collinetta su cui campeggia la scritta Hollywood.

Oca, primo piano

Canon EOS 1000d ISO 400 400mm f/5,6 1/400sec
Canon EOS 1000d ISO 400 400mm f/5,6 1/400sec

Sempre in occasione del mio incontro con le simpatiche ma aggressive Oche, ecco un primo piano di quella che chiaramente era la leader del gruppo. Terribilmente alta e decisamente cattiva faceva da guida al resto del gruppo, guidandole, con più o meno senso, dove riteneva giusto. L’espressione in cui è stata colta la dice lunga sulla dolcezza del pennuto… anche in questo caso nessun filtro è stato applicato, solo una semplice maschera di contrasto e una leggere croppatura.

Oca al bagno

Canon EOS 1000d ISO 400 400mm f/5,6 1/400sec
Canon EOS 1000d ISO 400 400mm f/5,6 1/400sec

Le domeniche cominciano a regalare belle giornate, occasione per andare a fare due passi, e, perchè no, approfittare del momento per fare qualche scatto. Mi imbatto così in un simpatico gruppo di oche piuttosto spavalde che, attirando l’attenzione con i loro canonici e poco discreti versi, cercano di raccimolare qualche pezzo di pane. Esclusa dal gruppo un’oca solitaria, che, tutta concentrata, si lava con cura… momento di intimità personale?

La foto ha subito una leggera croppatura e la canonica maschera di contrasto, nessun filtro applicato.

Roccazzo, panorama

Canon EOS 1000d ISO 200 39mm f/10 1/400sec
Canon EOS 1000d ISO 200 39mm f/10 1/400sec

Sempre in quel di Roccazzo, a breve distanza da Mazara del Vallo: lo scenario è quello tipico dell’entroterra siciliano, tremendamente pieno e carico di pietre, su cui nascono piccole palme, un tempo utilizzate per la creazione di canestri e scope, ora invece considerate specie protetta. La foto in questo caso è stata ritoccata con lo strumento shadow/highlights, seguita dall’immancabile maschera di contrasto e successivo contrasto tonale. Un HDR in versione “dei poveri” sicuramente meno elaborato e decisamente più semplice da realizzare. Il rischio in questo caso, è quello di, come spesso accade abusandone, rendere la fotografia troppo finta e poco reale.

Wild stuff