L’inverno siciliano

Il Natale, l’inverno e il mese di Dicembre non sono uguali dappertutto, e possono essere sensibilmente differenti prendendo l’aereo e spostandoci di solo un’ora e venti minuti. Ecco così che ci si sposta dal nord al sud italia, passando da uno scenario bianco, immacolato e terribilmente freddo ad un più mite e colorato scenario.

In effetti, a guardare bene, il natale che risiede nell’immaginario comune prevede la neve, il silenzio e un bianco predominante, capace di nascondere ogni imperfezione. Il concetto va un po’ rivisto se si considerano i 15° stabili della parte meridionale della Sicilia.

Ecco quindi come, una foto scattata il 28 di Dicembre possa risultare quanto meno “strana”:

Canon EOS 1000d ISO 100 Tamron 10-24 @24mm f/8 1/250 sec
Canon EOS 1000d ISO 100 Tamron 10-24 @24mm f/8 1/250 sec

I campi ritratti nello scatto sono posizionati tra Mazara e Salemi: non a caso nella parte centrale della foto, gli occhi più attenti potranno scrutare le pale eoliche che hanno scatenato non poche polemiche per l’impatto antiestetico sul paesaggio. Il clima costantemente mite, unito da una buona stagione delle pioggie, ha consentito al terreno di rendersi particolarmente fertile e dare così vita ad una rigogliosa vegetazione spontanea, già in fiore e capace di fornire uno scenario più primaverile che invernale.

Lo scatto non presenta particolari soluzioni dal punto di vista tecnico: per fornire il senso di profondità conferito dalle nuvole e dallo scenario, ho impostato F8. L’ottima luce mi ha consentito di scattare a 100 ISO, evitando così ogni tipo di rumore. Anche in questo caso, per rendere il cielo più suggestivo, così come i dettagli delle nuvole, ho impiegato un polarizzatore circolare.

One thought on “L’inverno siciliano”

  1. Blog meraviglioso! Semplice ma affascinante. Dovresti postare più spesso le tue fotografie! Quelle naturalistiche poi sono magnifiche. Già infilato nei bookmark!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*