La testa del fagiano

Non è raro avvistare fagiani nelle campagne circostanti Assago e dintorni: la ripopolazione attuata da diverso tempo e la sempre meno diffusa pratica della caccia hanno fatto in modo che gli esemplari possano aumentare in modo considerevole. Mantengono comunque la loro indole particolarmente schiva e di prede; se è facile vederli, non è però altrettanto facile osservarli per più di pochi secondi.

In un giro mattutino ho avuto la fortuna di incrociarne un esemplare:

Canon EOS 1000d ISO 100 Sigma 150-500 @500mm f/8 1/160 sec
Canon EOS 1000d ISO 100 Sigma 150-500 @500mm f/8 1/160 sec

La testa rossa spunta in modo inesorabile nel verde dell’erba e, per quanto il paffutto animale cerchi di nascondersi, i vistosi colori sono dei chiari segni distintivi che ne indicano la presenza. Per riuscire ad avere qualche attimo in più per scattare mi sono avvicinato e sono rimasto in auto: hanno paura dell’uomo ma non dell’auto, sono abituati a vederne sfrecciare a centinaia.

Nonostante la focale di 500mm ho scattato a 1/160, ben al di sopra della soglia di guardia per evitare il mosso. Lo stabilizzatore, unito all’appoggio piuttosto saldo del finestrino aperto, sono riusciti a compensare. La foto è stata poi saturata leggermente e croppata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*