Cannero Riviera, vista notturna

Fotografare in notturna regala sempre la possiblità di cimentarsi con cavalletto e impostazioni particolari da immettere nella nostra macchina fotografica. Le pose lunghe, la gestione del rumore e i settaggi ISO sono determinanti per ottenere una foto ben riuscita in notturna, così come la giusta dimestichezza con un buon cavalletto.

Ed è così che, dopo un poco fruttuoso tentativo di fotografare la luna, decido di dedicarmi alla sponda opposta del lago Maggiore. Fotografo così da Germignaga, in direzione Cannero Riviera. Lo scatto a seguire.

Canon EOS 1000d ISO 100 Sigma 150-500 @500mm f/9 20 sec
Canon EOS 1000d ISO 100 Sigma 150-500 @500mm f/9 20 sec

La foto è stata eseguita alla massima estensione focale che il Sigma 150-500 consente di avere; appoggiandomi ad un cavalletto non ho problemi ad impostare una posa lunga, nel caso specifico di 20 secondi. La necessità di impostare una apertura focale di f9 è stata dettata dalla scelta di migliorare la nitidezza dell’obbiettivo. I 100 ISO sono invece stati impostati per ridurre la rumorosità al minimo.

In questo caso la postproduzione è stata più articolata di quanto solitamenta faccio e mi piace fare. Per far emergere parte dei dettagli ho agito sulle luci di schiarita: in modo inevitabile è uscita anche parte della rumorosità. Negli scatti in notturna infatti, nonostante ci siano molte informazioni anche nelle zone scure è un attimo incappare nel rumore quando si tenta di recuperare tali dettagli.

Per compensare alla crescente rumorosità ho alzato in modo sensibile il nero, dando maggiore profondità. Ho poi utilizzato il pennello di regolazione impostato su luminosità, al fine di far uscire maggiormente i dettagli che ritenevo importanti, come ad esempio la fila di case che si trovano in riva al lago.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*