Aironi, atto terzo

Finita la giornata lavorativa, finito il giro di ricognizione al recente Eurospin aperto nelle vicinanze dell’ufficio (discreta roba low-cost ma da rivedere le condizioni con cui viene conservata la carne), convinco il buon Bai, con non poca fatica, a fare una spedizione sul solito Tresa. L’oggetto della caccia sono sempre i soliti, schivi, antipatici ma per questo tanto bramati dal sottoscritto, Aironi.

Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/800sec
Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/800sec

L’orario forse più favorevole mi consente di vedere diversi esemplari, che, anche se sempre a debita distanza riesco a immortalare mentre sono appollaiati sui loro comodi e adorati rami. L’orario piuttosto avanzato e la conseguente posizione del sole rende il soggetto illuminato in alcune parti e ombreggiato in altre, limitando il dettaglio dello scatto. La scelta di scattare a 800 iso nel caso specifico è stata dettata dalla ricerca di esemplari in movimento, aprofittando così di tempi di scatto più bassi.

Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/6,3 1/1500sec
Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/6,3 1/1500sec

Basta avvicinarsi un metro più del dovuto e comincia il fuggi fuggi: un guard rail di bordo strada, una ripida discesa e un fiume evidentemente non sono una protezione sufficiente per quelli che sembrano essere gli animali più sociali del mondo. Poco male, alla fine era quello che cercavo. Anche se non come avrei voluto, alla fine ci riesco e strappo qualche scatto discreto ai pennuti in volo.

Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/7,1 1/1250sec
Canon EOS 1000d ISO 800 Sigma 150-500 @500mm f/7,1 1/1250sec

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*