Airone cenerino

Canon EOS 1000d ISO 400 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/250sec
Canon EOS 1000d ISO 400 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/250sec

Durante una delle pause pranzo, soprattutto nelle giornate particolarmente soleggiate, andare in missione fotografica, alla ricerca di qualche scatto, è un piacevole passatempo. A due minuti da Luino, ma forse meno, posteggiamo la macchina e decidiamo così di metterci alla ricerca di qualche volatile: in prima battuta, un corrmorano che ci dà le spalle sembra essere la vittima ideale, ma il pennuto non gradisce la nostra presenza.

Diversi minuti dopo incappiamo invece in un airone, piuttosto lontano, momento giusto per testare la qualità del Sigmone: il soggetto, estremamente chiaro ha come sfondo una fitta vegetazione scura; l’esposizione deve pertanto essere presa spot, direttamente sull’airone, peccato che questa funzione non sia prevista nella mia piccola 1000d. Dopo diverse prove e imprecazioni, la soluzione è quella di sottoesporre in modo consistente, ovviando così al problema.

Canon EOS 1000d ISO 400 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/250sec
Canon EOS 1000d ISO 400 Sigma 150-500 @500mm f/9 1/250sec

Scaricate le foto e cominciato a fare i primi ritocchi, il problema che incontro è invece legato alla saturazione: voler dare maggior risalto ai colori della foto non è affatto semplice in questo particolare caso. La grande varietà di grigi che contraddistingue il volatile in questione è tanto bella quanto delicata da postprodurre e basta pochissimo per farla diventare viola o blu. Le immagini non hanno quindi subito alcuna saturazione, sono solamente state croppate e hanno subito la solita e immancabile maschera di contrasto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*